CENNI STORICI

Calvary Chapel Montebelluna è stata avviata nell’estate del 1996 su richiesta di un credente, che in quel periodo si doveva recare in auto in un’altra città, percorrendo molti chilometri per poter seguire il culto, perché a Montebelluna non esisteva nessun altra chiesa all’infuori di quella cattolica. Egli venne a contatto con la Calvary Chapel Bible College di Millstatt in Austria e così iniziò a chiedere insistentemente l’invio di qualcuno per iniziare lo studio della bibbia a Montebelluna. Dopo molte insistenze un paio di ragazzi della scuola biblica decisero di scendere a Montebelluna per l’estate e di “vedere ciò che il Signore avrebbe fatto”. Iniziarono lo studio biblico nel parco della città di Montebelluna e dopo poche settimane incontrarono una giovane donna che aveva ricevuto la “Buona Novella” e aveva dato la sua vita a Cristo.

Al termine dell’estate dovevano prendere la difficile decisione se restare in Italia o tornare in Austria per adempiere i loro obblighi alla Scuola Biblica. Nessuno di loro due ha sentito la chiamata del Signore che li inducesse a restare in Italia, ma d’altro canto non volevano neanche “abbandonare” queste due “pecore”. Quindi, insieme a Frank Ippolito (che al tempo era direttore della Scuola Biblica di Millstatt) presero la decisione di scendere a Montebelluna ogni fine settimana e cominciarono a pregare Dio per l’invio di un Pastore per queste due “pecore”.

Allo stesso tempo negli Stati Uniti, Craig Quam insieme con la moglie Silvana e la figlia Abigail vivevano nel Sud California. Craig lavorava come falegname alla C.C. bible college di Murrieta, CA. (USA) e allo stesso tempo frequentavano la Scuola Biblica a Vista CA (USA). Craig e Silvana erano già stati missionari in Italia per un certo numero di anni e stavano pregando Dio per avere un chiaro segnale sulla direzione da prendere, ossia sul tornare in Italia o di restare per il Ministero negli Stati Uniti.

Una mattina, Craig stava pregando come era usuale fare prima di andare alla Scuola Biblica ed ha chiesto al Signore di rivelare una parola di profezia da parte di qualcuno alla Scuola o parlargli in qualche modo, per avere più chiarezza su ciò che Lui volesse facessero. La mattina passava e sembrava che nulla di speciale dovesse accadere, Craig era all’ultima ora di scuola e quel giorno una giovane donna Missionario in Ungheria stava parlando e condividendo alcune sue esperienze sul campo di missione. Nel momento in cui lei si sedette e l’insegnante la stava ringraziando per il suo intervento, Craig pensò tra se stesso “questa è la mia ultima ora di lezione per oggi e nessuna parola da parte del Signore” in quello stesso momento la signora missionario si alzò e chiese all’insegnante se poteva condividere un’ultima cosa con loro. Lei si alzò e disse alla classe “Ho l’impressione che il Signore mi abbia dato una parola per qualcuno di voi ed è: Deuteronomio 8″. Quando Craig lesse quel passaggio nella Bibbia, i suoi occhi si illuminarono sui versi 7 — 10

7. perché l’Eterno, il tuo DIO, sta per farti entrare in un buon paese, un paese di corsi d’acqua, di fonti e di sorgenti che sgorgano dalle valli e dai monti; 8 un paese di frumento e di orzo, di vigne, di fichi e di melograni, un paese di ulivi da olio e di miele; 9. un paese dove mangerai pane a volontà, dove non ti mancherà nulla; un paese dove le pietre sono ferro e dai cui monti scaverai il rame. 10. Mangerai dunque e ti sazierai, e benedirai l’Eterno, il tuo DIO, a motivo del buon paese che ti ha dato.

In questo passaggio, Dio ovviamente fa riferimento alla terra d’Israele, ma per Craig e Silvana non poteva esserci una descrizione migliore dell’Italia, anch’essa terra di vigneti ed alberi da fico e melograni, una terra di olio d’oliva e miele. Ma se pur chiaro, per quanto tempo fosse passato, ancora nessuna porta si era aperta per consentire loro di tornare in Italia e si stavano chiedendo se davvero avessero sentito le parole giuste che Dio voleva dire loro.

Nello stesso tempo, accadeva che un paio di amici di Craig e Silvana della Chiesa di Vista, si recarono in Europa per le loro vacanze e passarono anche qualche giorno al castello in Austria. Nelle loro conversazioni, Frank Ippolito condivise l’inizio di uno studio biblico in Italia, ma che stavano pregando che Dio mandasse qualcuno per portare avanti il lavoro a Montebelluna. Questa coppia immediatamente riconobbe la mano del Signore nel loro incontro e dissero a Frank che loro conoscevano una coppia in California, che parlava italiano e che stavano pregando per l’avvio di una Calvary Chapel in Italia.

Tornando in California, Craig andava a lavorare presso la Scuola Biblica e Silvana decise di pregare dedicando l’intera mattinata cercando la direzione che Dio voleva indicare per le loro vite ed alle 6:30 del mattino seguente, furono svegliati dallo squillo del telefono. All’altra estremità della linea c’era Frank Ippolito, che chiedeva a Craig se volesse prendere in considerazione l’opportunità di venire in Italia come Pastore per le “due pecore” di Montebelluna. I cuori di Craig e Silvana erano pieni di gioia vedendo così evidente che c’era la mano del Signore in tutto ciò che stava accadendo loro. Quando Frank chiese quanto tempo sarebbe servito loro per organizzarsi, a Craig venne in mente il loro magro conto in banca di appena 50 $ e disse a Frank “Il Signore dovrà spostare alcune grandi montagne per permettere a noi di tornare in Europa.” Dopo soli 4 mesi, il Signore aveva miracolosamente provveduto con oltre 5.000 $ e nel mese di ottobre 1996 Craig e Silvana con la piccola Abigail arrivarono in Italia.

All’inizio la Chiesa si riuniva in un edificio di proprietà della città che era un vecchio fienile trasformato in una sala riunioni. Il piccolo gruppo ha continuato a crescere e nel estate del 1997 ha avuto la gioia di vedere essere battezzati due nuovi credenti nelle acque di un lago nelle vicine montagne delle Dolomiti.

X